PILLOLE
somministrazioni di danza d’autore

PROGRAMMA 2013

Sabato 23 Marzo
// SPAZIO MIL

>> ore 17.00

· Apertura Festival ‘ Dott. Pontremoli e presentazione Pandanz/Pillole

>> dalle ore 17.30 alle 19.00

· Mostra fotografica > LA SPOSA – Serena Scionti

Il matrimonio delle anime deve suggellare l’unione dei cuori; in quest’ora di orribili tempeste, non è troppo aver coraggio in due…coppia rapita nell’estasi austera del giusto. Di fronte a quanto si osa dovremo innalzarci sopra ogni cosa e proclamare con un gesto augusto il nostro amore fiero, come una sfida.

Model: Tiziana Falcone

Senza titolo-1

· Opere di Video arte > CRYSTAL e TWO DIFFERENT WAYS TO SEE – Alessandro De Vita

CRYSTAL: Il cristallo emette un suono sordo se lo tocchi con le dita bagnate. Lo stesso suono che le bocche di quella gente ebbero, prima di affondare. Prima di dormire sul fondo di un oceano troppo grande e sconosciuto. Il relitto dell’Andrea Doria – mai recuperato – giace tuttora, posato sul fianco di dritta, a una profondità di 75 metri nel cuore dell’oceano. Con 100×100=900, (9hundred.org) progetto internazionale organizzato da Magmart festival Video Under Volcano per celebrare il cinquantenario dalla nascita della video arte, sono stati selezionati 100 videoartisti nel mondo a rappresentare un anno del novecento. Con quest’opera abbiamo voluto dare voce e riscoprire un caso che tutt’ora resta pieno di misteri. Il 25 luglio del 1956, in allontanamento dalla costa di Nantucket e diretta a New York, l’Andrea Doria si scontrò con la nave svedese Stockholm della Swedish America Line, in quello che fu uno dei più famosi e controversi disastri marittimi della storia.

TWO DIFFERENT WAYS TO SEE: Serie di video realizzati solo con l’uso di una webcam.

Senza titolo-2

· Performance:
> SOLO – Petr Nedbal
Musica: Arturo Annecchino
Petr Nedbal è un allievo all’ultimo anno di studi del Duncan Center, Conservatorio nazionale della Repubblica Ceca, istituto che ha esteso la sua importanza internazionalmente e che PANDANZ, associazione più che culturale vanta tra i suoi partner. Petr preparerà, grazie al supporto di un altro partner di rilievo quale il Milano City Ballet, la sua opera prima che verrà presentata in prima assoluta nell’ambito del festival.

> SOLA.MENTE – Vittoria Brancadoro – Loretta D’Antuono
Interpreti:
Vittoria Brancadoro e Loretta d’Antuono
Fotografia:
Vivian Jacob
Video:
Beatrice Barros Castro e Lorenzo Gorini

Durata:
15 minuti

sola-mente

>> dalle 19.00 alle 21.00 > PAUSA
>> dalle ore 21.00

· Performance > FIRST LINE – Holy Hole Kompanie

‘Ogni giorno, ai quattro angoli del mondo, si festeggia la morte, la si patisce, si coltivano vendette e si organizzano nuove stragi. Per poterla elaborare, per smettere di festeggiarla e perpetuarla, la morte va raccontata, guardata negli occhi, non contrapposte ad altre sofferenze.’
È un progetto di ricerca che nasce dalla collaborazione tra il coreografo e performer Paolo Fossa e Alessandro De Vita, regista e drammaturgo italiano. Attraverso lo studio dell’atto terroristico, i due artisti indagheranno le implicazioni poetiche e cinestestiche della violenza come atto di destabilizzazione all’interno del corpo sociale. In uno scenario storico nel quale, sempre più presenti e forti arrivano le voci della lotta e della ribellione, non ultimo il caso della primavera araba, si sente maggiormente la necessità di interrogarsi su queste mutazioni del potere estemporanee e virali, capaci di sovvertire dall’interno la struttura sociale. Un progetto che vuole, senza intenti giornalistici o didascalici, ma con strumenti fortemente poetici e visionari, rappresentare questo corpo sociale/fisico nelle sue fasi di evoluzione, crisi e collassi, attraverso la macro-struttura di una tragedia contemporanea, straniante e allucinata.

A production by: Paolo Fossa
In collaboration with: Alessandro De Vita
Choreography/Performance: Paolo Fossa
Direction/Dramaturgy/Video: Alessandro De Vita
Sound Design: Idrioema

Senza titolo-3

· Videodanza > ANIMAL – Gilles Toutevoix

Accompagnando il corpo più vicino possibile alla sua nudità e al suo potere, ANIMAL, film dalla forma coerente al soggetto selvaggio e brutale, riflette, come la superficie di un lago, rendendoci un’immagine nuova ma nota di noi stessi, il nostro istinto e la nostra violenza sopiti.
Film DVCam 2006, 24mn

· Performance > MODE (I ALWAYS WANTED TO BE A ROCKSTAR) – Martina La Ragione

Il lavoro nasce dall’urgenza di ‘godere del movimento’, dalla voglia di tracciare dei segni nello spazio, vicini al corpo, lontani dal corpo; trovare un vocabolario che si avvicini il più possibile a un mondo interiore, mai svelato ma fortemente segnato dai gesti e dalla voglia di comunicare un qualcosa che però rimane inespresso come in una sorta di mondo autistico intrappolato tra il corpo, lo spazio esterno e i fili di un iPod. La musica è il motore che crea la dinamica e la scelta di una qualità. La musica, che rimane muta allo spazio esterno, parla solo al suo interlocutore interno, comunica col corpo creando così una danza estremamente musicale e ritmica ma che nessuno da fuori ascolta. Il risultato è una serie di dialoghi senza risposta, dei monologhi silenziosi dove è il corpo l’unico vero strumento musicale, dove la musica diventa un percorso interiore da seguire con precisione e rigore.

· Performance > TRACES – Beniamin Boar
Traces, è una performance di improvvisazione. Un tentativo di riprodurre un momento passato e la caducità delle cose. Proprio come il tempo passa e non può essere modificato, ciò che ci resta da fare è ricordare, fare affidamento sulla nostra memoria. Cercando di ricostruire un presente che non c’è più ma che ha lasciato un’impronta fedele e indelebile sulla nostra retina.

Music: Reading by Jack Kerouac. Duration 10-15min.

· Performance > IF I HAD KNOWN IT WOULD COME TO THIS

it is not only a work, but a way to see questions about how things become. questions about what influences the becoming of things, questions about how the becoming of things is influenced by our projections.. how the becoming of our projections becomes . questions about insistence. how the becoming of letting go becomes . questions about predictions. how things become now in relation to our position in the past or in the future. we question how do we know things and where do we know them from. questions about how series of events become. about how did we end up here now. questions about how do we recognize the becoming of things.
è non solo un lavoro, ma un modo di vedere delle domande su come le cose divengono. domande su cosa influenza il divenire delle cose, domande su come il divenire delle cose sia influenzato dalle nostre proiezioni.. come il divenire delle nostre proiezioni diviene. domande sull’insistenza. come il divenire del nostro lasciare andare diviene. domande sulle previsioni. come le cose divengono ora in relazione alla nostra posizione nel passato o nel futuro. ci domandiamo come conosciamo le cose e da dove. domande su come serie di eventi divengono. su come siamo finiti qui ora. domande su come riconosciamo il divenire delle cose.
Concetto, coreografia e musica di: Roberta Mosca – David Kern – Cyril Baldy – Tilman O’Donnell

Forsythe-Company

Domenica 24 Marzo
// MILANO CITY BALLET

>> ore 10.00 – 11.30 prima masterclass con Roberta Mosca – David Kern – Cyril Baldy – Tilman O’Donnell
>> ore 11.30 – 13.00 seconda masterclass con Beniamin Boar
>> ore 14.00 – 15.30 terza masterclass con Paolo Fossa
>> ore 15.30 – 17.00 quarta masterclass con Martina La Ragione

Domenica 24 Marzo
// SPAZIO MIL

>> ore 18

· Apertura

>> dalle 18 alle 20.30 VIDEODANZA E CORTOMETRAGGI

· Videodanza: SELEZIONE – Dançaemfoco festival internacional de video e dança
Dança em foco, festival decennale di videodanza in Brasile, parteciperà con una selezione di video.

· Cortometraggi: BROKEN TOYS – WILL TO LIVE – DAWN – Cortometraggi inediti di Jacopo Spirei

BROKEN TOYS 4′ 32”
16mm col, b/n
Girato a New York, Ottobre 2008
Fantascienza
con Nathalie Buscombe, Kristina Epenetos, Na Yeon Ko
In un futuro popolato da sole donne, l’unico rifugio è l’ultimo giocattolo tecnologico.

WILL TO LIVE 2′ 51″
16mm b/n
Girato a New York, Ottobre 2008
Commedia
con Aalok Oza
Un perdita davvero particolare

DAWN 1′ 06″
16mm b/n
Girato a New York, Ottobre 2008
Horror
con Aalok Oza, Nicole Allan

  

· Videodanza: SONG AND DANCE – I.D.A Mark Tompkins
Song and Dance di I.D.A Mark Tompkins – Film DVCam / 16mm

>> ore 20.30 CONCERTO LEGIO FELIX
Legio Felix – Umberto Ugoberti e Andrea Agostini

>> ore 21.00 CONCERTO DI ZIBBA (premio Tenco 2012 come miglior album dell’anno)


Biglietto d’ingresso al Festival:
» 25,00 per chi è in possesso della Tessera Socio Pandanz
» 35,00 per chi non è in possesso della Tessera Socio Pandanz

Biglietto Concerto Zibba: » 10,00
Partecipazione 2 masterclass: » 25.00 + » 10,00 Tessera associativa
Biglietto Festival + Partecipazione 4 masterclass: » 45.00 + » 10,00 Tessera associativa

Per coloro che sono già associati a Pandanz è previsto per le masterclass uno sconto del 10% ; la Tessera Socio dà diritto ad agevolazioni e sconti sulle attività promosse da Pandanz nel corso dell’anno di associazione

Masterclass a numero chiuso, prenotazione obbligatoria entro il 22.03.2013 scrivendo a: info@pandanz.it